Durante un soggiorno nel nostro agriturismo in Umbria avrete la possibilità di visitare molte città piene di storia e monumenti, tra cui il capoluogo della nostra regione, Perugia.

Nel centro storico della città troverete la sua più imponente struttura, la Rocca Paolina,  costruita nel 1540, per volere di Papa Paolo III Farnese, in seguito alla “guerra del sale”.

Questo fu uno degli eventi più noti e infausti del rinascimento umbro: nel 1540, la città di Perugia, insorta contro lo Stato pontificio di papa Paolo III Farnese, per protestare contro l’imposizione di una pesante tassa sul sale, perde, per la seconda volta nella sua storia, le sue libertà civiche e la sua secolare autonomia, passando nuovamente alle dirette dipendenze dello Stato della Chiesa.

La monumentale fortezza, progettata da Antonio da Sangallo il Giovane (1540 – 1543), fu costruita al posto di case, torri e strade di un intero quartiere. Vennero anche abbattute le case dell’importante famiglia Baglioni, del borgo di Santa Giuliana, della chiesa di Santa Maria dei Servi e di molti altri edifici medievali presenti nella zona. 

Passeggiando lungo le strette vie della fortezza, si possono ancora vedere le forme delle antiche case medievali, le loro finestre e stradine. C’è anche un pozzo, che garantiva l’acqua ai residenti della fortezza.

Sopra la Porta Marzia, l’architetto Sangallo ricompose la parte superiore della monumentale porta etrusca del III sec. a.C.

Dopo il 1861, anno dell’unificazione d’Italia, una parte della rocca venne definitivamente demolita. Ancora oggi, tutti sotterranei del palazzo papale non sono tornati alla luce.

Oggi la Rocca Paolina è un centro espositivo e un luogo dove spesso vengono organizzati dei mercatini. Ci si arriva facilmente tramite le scale mobili che partono da Piazza dei Partigiani, dove ci trova anche un grande parcheggio coperto. 

L’entrata è libera.